Primo perdono di Dio nel Sacramento della confessione e la Solenne Comunione

Ges? ? venuto nel cuore puro.
Prego il Signore Santo
Lui ? in me ed io in lui.

Poco tempo fa per noi di rito bizantino c’? stata la Grande Quaresima. Tutti noi fedeli abbiamo pregato “via Crucis” e abbiamo riflettuto su quanto ? grande l’amore di Dio verso noi, peccatori. Abbiamo riflettuto sulle sofferenze del Signore e su quello che che proprio il nostro peccato, come chiodi arrugginiti, ha inchiodato Ges? alla croce. Ci siamo avvicinati alla croce. Abbiamo Confessato i nostri peccati, ci siamo convertiti e dopo abbiamo potuto fare la Santa Comunione. Pentiti aspettavamo che il nostro cuore proclamasse che “Ges? ? risolto “ e poi purificati e pronti a rispondere “Egli ? veramente risolto”.

? arrivato il glorioso giorno – Pasqua e con essa altre feste significativi. Uno di questi gioiosi eventi ? accaduto nella nostra comunit? presso la Chiesa di S. Stefano a Genova. Domenica 26 maggio il Cristo Risorto ? venuto nei “cuori puri” delle nostre due giovani parrocchiane Victoria e Tania Vartsaba. Per la prima volta nella vita le bambine hanno ricevuto il  Santo Sacramento della Penitenza e la Solenne Santa Comunione.

Insieme a questi angeli vestiti dai vestiti candidi hanno ricevuto il perdono di Dio e la Santa Comunione anche i genitori, i nonni e i padrini.

Osservando  questo evento si ricordano le parole del canto dei bambini: “Felice tutta la mia famiglia ”Io sono nel cuore del Figlio di Dio” . Insieme con la famiglia erano felici di questa celebrazione tutta la nostra comunit? ecclesiale. Con sincera gratitudine, vogliamo ringraziare il nostro cappellano, padre spirituale Vitaliy e la catechista Sing. Luba, che hanno pazientemente insegnato ai nostri figli le verit? catechitiche e preghiere.

Grazie ai loro sforzi, ci auguriamo che i nostri figli nati lontano dall’Ucraina possano diventere i buoni cristiani di rito bizantino, che possano comunicare nella lingua madre non solo a livello familiare, anche pregare e leggere libri Ucraini, che siano cresciuti nello spirito del nostro popolo.

  …candele accese nelle mani di Victoria e Tania  una leggera foschia di fumo di incenso ? salito al cielo, portando con s? le parole: “Gioisce Angelo Custode perch? ? venuto da me il Salvatore” …

Ivanna Vartsaba, responsabile del gruppo giovanile,

mamma della Tania

Le foto potete vedere qiu https://www.facebook.com/media/set/?set=a.485013848234819.1073741832.407880249281513&type=1&l=93dcd90321

Leave a Reply